CEA-INES, Enel raggiungono il 26,5% di efficienza per cella solare tandem in perovskite e silicio

Share

I ricercatori dell’Istituto nazionale francese per l’energia solare (INES) – una divisione della Commissione francese per le energie alternative e l’energia atomica (CEA)  ed Enel Green Power  hanno dichiarato di aver raggiunto un’efficienza di conversione energetica del 26,5% per una cella solare tandem a due terminali in perovskite e silicio . Gli scienziati hanno affermato che il nuovo risultato migliora l’efficienza del 25,8% raggiunta per lo stesso tipo di cella nel dicembre 2022.

“Il dispositivo con un’area attiva di 9 cm² ha una tensione a circuito aperto superiore a 1.880 mV”, ha affermato CEA-INES, osservando che il miglioramento del dispositivo, che si basa su una configurazione p-i-n, è dovuto anche alla “correzione dell’ombreggiatura”. Non sono stati rivelati ulteriori dettagli tecnici.

Enel Green Power scommette su una cella a eterogiunzione di tipo n (HJT) con un’efficienza del 25,5% per la sua nuova fabbrica di moduli solari da 3 GW attualmente in costruzione a Catania, nel sud Italia. Di recente ha affermato che ciò potrebbe comportare un’efficienza del modulo superiore al 24%. Dal 2026, Enel Green Power prevede di offrire moduli solari ancora più efficienti basati su celle tandem in silicio e perovskite. Secondo quanto riferito dalla stessa azienda, i prodotti finali raggiungeranno un’efficienza di circa il 30%.

CEA-INES ed Enel Green Power hanno sviluppato congiuntamente inseguitori del punto di massima potenza DC/DC (MPPT) ed attualmente stanno anche lavorando su pannelli fotovoltaici bifacciali ad alta efficienza. Inoltre, affermano di aver raggiunto un’efficienza di conversione di potenza del 24,47% per una cella solare in silicio a eterogiunzione di tipo p dopata con gallio nel marzo 2022.

Nell’agosto 2020 è stata raggiunta un’efficienza del 25,0% per una cella solare a eterogiunzione con una superficie attiva di 213 cm2, basata su un formato di wafer di silicio M2. Con questo risultato, le due parti avevano migliorato il precedente record del 24,63% . Il metodo si basava su processi di eterogiunzione sviluppati tra Enel e INES, utilizzando apparecchiature di produzione fornite dalla svizzera Meyer Burger .

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Italia Solare nomina 27 referenti regionali a supporto dell’individuazione delle aree idonee
18 Luglio 2024 Italia Solare ha nominato 27 referenti regionali, presenti su 18 Regioni, per supportare i territori in particolare nell'individuazione delle aree ido...