Associazione dei consumatori della Germania mette in discussione falsi miti sul fotovoltaico residenziale

Share

La domanda domestica di sistemi fotovoltaici su tetto e batterie residenziali continua a crescere. Per soddisfare le aspettative dei proprietari di case, Verbraucherzentrale NRW, un’associazione tedesca di consumatori, sta cercando di chiarire le false aspettative sugli impianti fotovoltaici che potrebbero deludere i prosumer.

“È importante essere consapevoli degli obiettivi personali dell’utilizzo del fotovoltaico e poi saperne di più. In questo modo è possibile evitare delusioni e l’energia solare può essere utilizzata in modo davvero efficiente”, ha affermato Sören Demandt, analista della transizione energetica digitale per Verbraucherzentrale NRW.

Il primo luogo comune non fondato consiste nel credere di poter diventare autosufficienti con impianti fotovoltaici e sistemi di accumulo. Questo non è vero, perché i sistemi fotovoltaici e le soluzioni di accumulo domestico possono coprire solo una certa percentuale delle forniture annuali di elettricità per le famiglie.

Il grado di autosufficienza ottenibile è compreso tra il 25% e il 90%, a seconda del livello di consumo energetico e dell’eventuale presenza delle batterie. Soprattutto nei mesi invernali, quando la quantità di energia solare che può essere generata è tutt’altro che sufficiente, è necessario acquistare energia dalla rete, ha affermato Demandt.

Un altro malinteso riguarda la convinzione che un impianto fotovoltaico valga la pena solo in combinazione con una batteria. Alcuni proprietari di case sembrano credere che l’immissione di energia solare nella rete non sia un’opzione economicamente interessante. “Un impianto fotovoltaico è economicamente vantaggioso, anche senza accumulo”, ha affermato Demandt. “Se è possibile installare una batteria in aggiunta al sistema fotovoltaico, dipende da una serie di fattori, principalmente dal profilo di consumo di una casa e dai costi dell’elettricità”.

Verbraucherzentrale NRW respinge anche l’idea che i tetti rivolti a sud siano sempre migliori per gli impianti fotovoltaici rispetto ai tetti rivolti a est-ovest. Non si tratta solo di generare quanta più energia solare possibile, ma anche di generare elettricità quando serve. Il rendimento annuo di un impianto fotovoltaico su un tetto est-ovest è solo dell’80% circa rispetto a un tetto esposto a sud. Tuttavia, il rendimento degli impianti solari sui tetti est-ovest può essere distribuito nell’arco di un’intera giornata, poiché gli impianti ricevono ancora una quantità significativa di sole al mattino e alla sera.

Molte persone che non dispongono di tetti per installazioni fotovoltaiche spesso considerano investimenti in dispositivi solari plug-in. Questi possono essere attaccati ai balconi o allestiti nei giardini. Tuttavia, se gli inquilini sperano di poter alimentare elettrodomestici come le macchine da caffè, potrebbero rimanere delusi.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Pichetto firma il decreto Energy release, prezzi calmierati per imprese energivore “green”
23 Luglio 2024 Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato oggi il decreto Energy Release. Il provvedimento va a supportare...