Solare per siti di segnalazione ferroviaria in Australia: risparmi e altri vantaggi

Share

Australian Rail Track Corp. (ARTC), di proprietà del governo federale australiano, ha confermato che utilizzerà impianti solari montati a terra e sistemi di accumulo a batteria per alimentare più di 80 siti di segnalazione disseminati lungo il corridoio ferroviario nazionale quando la linea Inland Rail diventerà operativa.

Dopo aver sperimentato con successo un sistema di segnalazione a energia solare a Coolleearlee, nel nord del Nuovo Galles del Sud, ARTC ne ha approvato l’uso per i restanti 82 siti di segnalazione che opereranno lungo il corridoio ferroviario da Albury, nel sud dello Stato, a Gowrie, nel Queensland.

La tratta Albury-Gowrie fa parte dell’ambizioso progetto Inland Rail, una linea ferroviaria che collegherà i porti di Melbourne e Brisbane lungo un nuovo percorso a ovest della Great Dividing Range. La linea, che bypasserà l’area metropolitana di Sydney, si collegherà anche al corridoio ferroviario Sydney-Perth.

La costruzione del progetto è iniziata nel 2018 e originariamente doveva essere completata nel 2025, ma il progetto è stato afflitto da perdite di budget e ritardi nella costruzione. Sebbene non vi sia una data definitiva per il completamento del progetto, ARTC è passata a un sistema di segnalazione a energia solare in un’ottica di risparmio.

L’amministratore delegato ad interim di ARTC Inland Rail, Rebecca Pickering, ha dichiarato che l’utilizzo di sistemi di accumulo dell’energia solare e di batterie al posto dell’alimentazione di rete per il sistema di segnalamento consente di realizzare risparmi significativi per il progetto, eliminando la necessità di utilizzare l’infrastruttura elettrica locale o di acquisire servitù per fornire servizi di alimentazione di rete ai siti di segnalamento.

L’utilizzo dell’energia solare ha inoltre consentito ad ARTC di risparmiare circa 300.000 dollari australiani in termini di costi, soprattutto grazie alla mancata costruzione di una nuova linea di trasmissione per il collegamento alla rete elettrica e alla riduzione dell’infrastruttura di terra associata alle apparecchiature di rete, oltre a oltre 10.000 dollari all’anno di risparmio sui costi operativi dell’elettricità. “Utilizziamo anche una tecnologia di monitoraggio a distanza su queste installazioni di segnalamento ad energia solare, che aggiunge ulteriori risparmi riducendo la necessità di visite di manutenzione”.

Se questi risparmi saranno replicati negli altri 82 siti di segnalazione, il passaggio all’energia solare supportata da batterie di accumulo energetico consentirà una riduzione dei costi del progetto stimata in 25 milioni di dollari australiani.

ARTC ha dichiarato che la capacità dei singoli sistemi di generazione solare e di stoccaggio dell’energia varia, ma il responsabile del progetto di comunicazione e monitoraggio stradale di Inland Rail, Matt Brown, ha affermato che tutti sono stati progettati per soddisfare lo standard solare dell’azienda, ovvero 10 giorni di autonomia.

“Il sistema solare è stato progettato con batterie di backup che garantiscono 10 giorni di autonomia e forniscono un sistema funzionante 24 ore su 24, 365 giorni all’anno”, ha dichiarato. “Fornire energia ai sistemi di segnalazione rurali può essere una vera sfida, quindi il completamento con successo di questo sistema a energia solare a Coolleearlee è un ottimo risultato”.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Pichetto firma il decreto Energy release, prezzi calmierati per imprese energivore “green”
23 Luglio 2024 Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato oggi il decreto Energy Release. Il provvedimento va a supportare...