3S Swiss Solar Solutions completa una fabbrica di moduli da 250 MW in Svizzera

Share

3S Swiss Solar Solutions, azienda produttrice di moduli fotovoltaici con sede a Gwatt, in Svizzera, ha aperto il suo secondo stabilimento di produzione a Worb bei Bern, nel distretto amministrativo di Bern-Mittelland, nel cantone di Berna.

Il nuovo impianto ha una capacità annua di 250 MW e, secondo l’azienda, è “altamente automatizzato”.

Per quanto riguarda i fornitori delle apparecchiature installate nelle linee di produzione, l’amministratore delegato dell’azienda, Patrick Hofer-Noser, ha dichiarato a pv magazine: “Non riveliamo i nomi, se non per dire che abbiamo scelto fornitori con una lunga esperienza al servizio dei produttori Tier 1 e Tier 2 del mondo”.

L’azienda ha assunto altre 30 persone per la nuova fabbrica, portando il numero dei dipendenti a 150.

Ad oggi, l’azienda svizzera ha installato oltre 20.000 tetti solari. È specializzata nel fotovoltaico integrato negli edifici (BIPV), sviluppando e producendo soluzioni solari per tetti e facciate, parapetti e strutture fotovoltaiche aeree. “Oltre ai moduli fotovoltaici, forniamo anche materiali di installazione, servizi di consulenza e progettazione, formazione e strumenti”, ha dichiarato Hofer-Noser.

Il suo ultimo modulo, denominato TeraSlate, è disponibile in una gamma di dimensioni e configurazioni, compreso il solare termico. Realizzato per adattarsi ai tetti, presenta caratteristiche che soddisfano le esigenze di architetti e proprietari di case. Per esempio, il profilo è senza giunture e le cornici non sono ingombranti, secondo Hofer-Noser.

I moduli sono certificati per la classe 5 di grandine. “Significa che i moduli possono resistere senza danni a chicchi di grandine del diametro di 5 cm a una velocità di oltre 110 km/h”. Per i proprietari di casa, questo significa maggiore sicurezza per il loro investimento e una lunga durata per l’involucro dell’edificio”, ha spiegato Hofer-Noser.

Il prodotto di punta di 3S Swiss Solar Solutions è MegaSlate II, disponibile in una gamma di colori e finiture, tra cui una finitura opaca o satinata. È molto adatto per gli edifici storici [offrendo] la possibilità di ottenere superfici omogenee senza soluzione di continuità”. Negli ultimi 20 anni sono stati realizzati molti progetti storici e classificati con questo sistema”, ha dichiarato Hofer-Noser.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Pichetto firma il decreto Energy release, prezzi calmierati per imprese energivore “green”
23 Luglio 2024 Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato oggi il decreto Energy Release. Il provvedimento va a supportare...