Longi annuncia un’efficienza del 27,30% per le celle solari a contatto posteriore a etero-giunzione

Share

Il produttore cinese di moduli solari Longi ha raggiunto un’efficienza di conversione di potenza del 27,30% per una cella solare HBC. L’Istituto tedesco per la ricerca sull’energia solare (ISFH) ha confermato il risultato.

Il nuovo record di efficienza batte il precedente record mondiale del 27,09%, stabilito sempre da Longi alla fine dello scorso anno.

All’epoca, Longi aveva dichiarato che il risultato era stato ottenuto grazie a un nuovo processo grafico al laser che costa meno dei processi fotolitografici convenzionali ad alto costo.

“Questa sostituzione ha effettivamente ridotto il costo della cella BC”, ha dichiarato l’azienda, sottolineando che l’architettura HBC minimizza anche la dipendenza dal tradizionale ossido conduttivo trasparente (ITO) a base di indio. “Questa scoperta ha favorito la commercializzazione delle celle solari HBC, caratterizzate da una proprietà intellettuale indipendente e da un buon rapporto qualità-prezzo”.

All’inizio di novembre, Longi ha annunciato un’efficienza di conversione di potenza del 33,9% per una cella solare tandem perovskite-silicio.

Nel novembre 2022 ha dichiarato di aver raggiunto la più alta efficienza al mondo per le celle al silicio, con un’efficienza del 26,81% per una non meglio specificata cella solare a etero-giunzione.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.