Numeri, dimensioni e crescita del mercato senza precedenti per la fiera cinese SNEC

Share

La 16a Conferenza e Mostra Internazionale sulla Generazione di Energia Fotovoltaica e l’Energia Intelligente di Shanghai (SNEC) sta battendo tutti i precedenti record di partecipazione per qualsiasi fiera sull’energia solare nel mondo.

Nei 28 padiglioni gremiti della SNEC (un altro record) si parla di 400.000 visitatori e oltre 2.800 espositori. La SNEC 2023 è la prima fiera post-pandemia. Si prevede che la Cina installerà almeno 130 GW quest’anno, è proprio per questo mercato in forte espansione che anche la sua fiera principale sta battendo tutti i record.

I principali produttori cinesi di moduli hanno alcuni degli stand più grandi di questa fiera e vantano efficienze di conversione record, sia a livello di celle che di moduli, sia in laboratorio che nella produzione di massa. Si parla molto della migrazione dalle tecnologie PERC di tipo p a quelle di tipo n, tra cui TOPCon e HJT. Efficienze di conversione sempre più elevate sono accompagnate da una scala di produzione sempre più elevata per soddisfare sia la domanda cinese che quella estera.

Scalare rapidamente non è un’arte riservata ai produttori di moduli. pv magazine ha incontrato un produttore cinese di inverter che sta procedendo aumenti da 40 GW alla volta. Si potrebbe arrivare a un aumento di 400 GW.

La scala e la velocità di esecuzione dei produttori fotovoltaici cinesi è davvero impressionante. La SNEC di quest’anno ne è un esempio: quando gli organizzatori della fiera hanno esaurito i padiglioni espositivi convenzionali, hanno semplicemente riempito la vecchia “valle della morte” (la vasta area vuota al centro della disposizione triangolare dei padiglioni espositivi della SNEC) con padiglioni espositivi temporanei simili a tende. Ma anche senza la vecchia “valle della morte” rimane un’impresa eroica coprire tutti i 28 padiglioni nei due giorni e mezzo della mostra SNEC.

Nel frattempo, quasi tutti i principali istituti di ricerca hanno aumentato gli obiettivi di installazione per la Cina nel 2023. BloombergNEF ha dichiarato di aspettarsi ora 154 GW di nuovo fotovoltaico, mentre nella sua precedente previsione aveva parlato di 129 GW. S&P ha previsto 136 GW.

I rappresentanti di diversi produttori di moduli hanno espresso un ottimismo ancora maggiore, con proiezioni che vanno da 150 GW a 200 GW. Mentre l’anno scorso la tecnologia era stata annunciata come un concorrente nella nuova squadra ad alta efficienza, quest’anno la fiera di Shanghai ha mostrato un quadro diverso. Tutta una serie di nuove aziende, alcune delle quali con poche settimane di vita, hanno presentato moduli che utilizzano celle TOPcon con efficienze superiori al 23%.

Questi fornitori hanno anche dichiarato di voler iniziare a produrre nella scala dei gigawatt a doppia cifra (oltre 10 GW). Mentre sembra che la maggior parte dei produttori abbia puntato su TOPCon, ci sono stati anche molti nuovi produttori di moduli che hanno offerto moduli HJT, anch’essi con un’efficienza superiore al 23%. Alcune aziende offrono entrambi i moduli.

Una volta che un fornitore è in grado di produrre moduli, non c’è più nulla da fare per l’accumulo o gli inverter. Un’altra tendenza che si è potuta osservare alla SNEC è che molte aziende ora si stanno facendo strada nell’intero portafoglio di prodotti solari. Questo è stato vero per gli attori più noti del mercato solare, come GoodWe, che ha presentato una gamma di opzioni BIPV, tra cui le tegole solari, o Jinko, che oltre ai moduli offre anche accumulatori e inverter. Ma anche i nuovi operatori del mercato non rinunciano ad ampliare il proprio portafoglio prodotti.

L’articolo è stato scritto da Vincent Shaw e Eckhart Gouras, managing director di pv magazine

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...