I prezzi dei moduli solari in Cina continuano a scendere

Share

Il Chinese Module Marker (CMM), la valutazione di riferimento dell’OPIS per i moduli provenienti dalla Cina, è sceso a 0,173 dollari per W, raggiungendo per la quarta settimana consecutiva il valore più basso di sempre secondo i dati OPIS. All’indomani di Intersolar Europe, il mercato deve fare i conti con i chiari segnali di un eccesso di offerta di moduli nella regione e con il fatto che i prezzi del polisilicio cinese a monte sono molto vicini al loro minimo.

Il crollo dell’11,73% da una settimana all’altra è anche un record, essendo il più grande calo percentuale di sempre del CMM.

Questo dato arriva mentre i contatti OPIS, durante e dopo Intersolar, hanno evidenziato quasi all’unanimità che i prezzi stanno scendendo rapidamente e pesantemente. La maggior parte ha visto prezzi nella fascia 0,170-0,175 $/W, con cifre fino a 0,150 $/W. Alcuni non hanno condiviso i prezzi per valutare l’entità del calo.

Con un’analoga unanimità, gli operatori del mercato hanno anche lamentato l’eccesso di scorte di moduli in Europa, il cui valore è in calo e che limita ulteriori spedizioni. Secondo un rapporto di SolarPower Europe, nel 2022 l’Europa ha installato la cifra record di 46,1 GW di energia solare. Ma l’anno scorso sono stati spediti in Europa circa 85 GW di moduli, mentre il resto è finito in magazzini di proprietà di aziende cinesi in tutta Europa, secondo un veterano del mercato.

Dato che questi moduli rappresentano i prezzi del 2022, molto più alti di quelli attuali, è meglio venderli ora, prima che i prezzi scendano ulteriormente e le aziende rischino di perdere ancora di più, ha aggiunto l’esperto.

In un continente lontano dall’Europa, i prezzi del polisilicio cinese sono crollati a 63,5 CNY (8,84 $) /kg, sulla soglia dei 60 CNY/kg che i contatti OPIS considerano generalmente il costo del materiale. È “opinione comune” che questo mercato si trovi ora in una situazione di sovraccapacità, ha dichiarato una fonte, che ha aggiunto che i produttori cinesi di primo livello hanno da soli più di 100.000 MT di polisilicio in stock.

In prospettiva, alla luce di questi fattori ribassisti, si prevede che i prezzi dei moduli continueranno a scendere, e una fonte si aspetta che si stabilizzino nel prossimo trimestre, dopo che i segmenti del polisilicio e dei wafer avranno raggiunto il loro costo di cassa.

OPIS, una società di Dow Jones, fornisce prezzi energetici, notizie, dati e analisi su benzina, gasolio, jet fuel, GPL/NGL, carbone, metalli e prodotti chimici, oltre a combustibili rinnovabili e materie prime ambientali. Nel 2022 ha acquisito i dati sui prezzi dal Singapore Solar Exchange e ora pubblica l’OPIS APAC Solar Weekly Report.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...