Solarwatt chiuderà ad agosto la fabbrica di moduli fotovoltaici di Dresda

Share

Il produttore tedesco di moduli fotovoltaici Solarwatt ha annunciato che ad agosto chiuderà il suo impianto di produzione di pannelli solari da 300 MW a Dresda, nella Germania orientale. “La produzione di moduli in Germania è un onere inaccettabile, ma investiremo pesantemente in altre aree”, ha dichiarato l’amministratore delegato dell’azienda, Detlef Neuhaus, a pv magazine.

Attualmente la produzione a Dresda è ancora in corso con un sistema a due turni e continuerà fino ad agosto. Circa 190 dei 750 dipendenti in Europa saranno interessati dalla chiusura dello stabilimento. “Cercheremo di offrire alla maggior parte di loro altre posizioni all’interno dell’azienda, ad esempio come montatori, progettisti o addetti all’assistenza”, ha dichiarato Neuhaus.

Solarwatt manterrà anche un team di base per la produzione e la ricerca: circa 25 dipendenti saranno dedicati alla qualità e allo sviluppo e altri 20 alla manutenzione dei macchinari della fabbrica. “Quindi, se le cose continueranno a funzionare tra tre o quattro anni e se le condizioni di mercato miglioreranno, potremo rapidamente rilanciare la produzione tedesca”, ha proseguito Neuhaus, che ha attribuito alla rapida decrescita dei prezzi dei moduli negli ultimi mesi la causa principale della chiusura della fabbrica.

La mossa non è del tutto sorprendente, poiché Neuhaus aveva annunciato il piano per la prima volta all’inizio dell’anno, a condizione che l’attuale quadro politico tedesco non cambiasse. Con l’adozione del cosiddetto “Solarpaket 1” nel Paese, avvenuta venerdì scorso, non esistono attualmente misure ufficiali a sostegno dei produttori tedeschi di fotovoltaico.

La scorsa settimana l’UE ha approvato la legge sull’industria a zero emissioni, destinata a fornire misure di resilienza negli Stati membri, ma non si sa ancora quanto rapidamente verrà applicata.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.