Sivortex presenta progetto PPA che combina 100 MW di FV e 200 MWh di stoccaggio di CO2 liquida

Share

Il gruppo fotovoltaico spagnolo Sivortex sta pianificando un progetto che combina 100 MW di generazione fotovoltaica con 200 MWh di stoccaggio di CO2 liquida.

L’azienda ha presentato i suoi piani per il progetto Actuel Solar questa settimana nella città orientale di Teruel ai funzionari locali e ai rappresentanti del governo di Aragona.

L’azienda catalana prevede di investire 120 milioni di euro per la costruzione dell’impianto, che occuperà 274 ettari nel parco commerciale La Paz e offrirà “autoconsumo condiviso a un prezzo stabile alle aziende del territorio”, ha dichiarato a pv magazine l’AD di Sivortex Carlos Badía. Una volta sviluppato, il progetto vanterà il più grande PPA dell’Unione Europea, secondo l’azienda.

“L’investimento in linea di principio sarà effettuato attraverso uno sviluppatore, quindi il partner non dovrà pagare questo investimento, anche se stiamo ricevendo richieste da aziende della zona che vogliono investire nel progetto”, ha spiegato Badía. “Valuteremo in ogni caso se possiamo farlo in questo progetto o nel prossimo”.

L’amministratore delegato di Sivortex ha sottolineato che da quando il progetto è stato presentato, l’azienda ha ricevuto e-mail che chiedevano di partecipare al progetto, “ma questo sarà determinato in seguito, [e] in ogni caso, si tratterà di produttori di primo livello”.

In questo sistema di stoccaggio, le batterie convenzionali sono sostituite da un sistema industriale che immagazzina il surplus di produzione dell’impianto fotovoltaico attraverso la trasformazione termodinamica della CO2. Il gas viene raffreddato per mezzo di un compressore e immagazzinato allo stato liquido in appositi serbatoi o batterie termodinamiche. Durante la notte il processo si inverte, convertendo il liquido in gas pressurizzato che muove una turbina per generare elettricità. Il gas che ha attraversato la turbina ritorna nella struttura a cupola come gas a bassa pressione.

Secondo l’azienda, il sistema ha un’efficienza del 74,4% e presenta diversi vantaggi rispetto ad altre batterie testate dall’azienda, come quelle a volano, a gravità e al litio, “che hanno problemi con i cicli di ricarica e sono molto inquinanti”, ha aggiunto Badía.

Quando non c’è generazione fotovoltaica ma c’è domanda, si utilizza questo processo. “Il ciclo è infinito, può essere invertito quante volte si vuole e utilizza un gas totalmente innocuo. Sivortex ha realizzato un prototipo due anni e mezzo fa in Sardegna, che ha funzionato perfettamente. È una tecnologia innovativa e dirompente che può fornire energia quasi 24 ore al giorno, praticamente tutto l’anno”, ha detto Badía.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...