Sta per nascere la prima industria ceramica a idrogeno verde

Share

Nell’ambito del suo percorso di decarbonizzazione, Iris Ceramica Group – che realizza grandi lastre in ceramica tecnica di alta gamma per il settore design, arredo e architettura – ha firmato un accordo con Edison Next, società del Gruppo Edison.

L’oggetto è lo sviluppo del nuovo stabilimento produttivo di Castellarano, in provincia di Reggio Emilia, che si chiamerà H2 Factory™ e che “utilizzerà idrogeno alimentato da energia rinnovabile, prodotto grazie a un sistema all’avanguardia e fatto su misura”, ha spiegato Edison Next in una nota.

Per la H2 Factory™ di Iris Ceramica Group si prevede quindi la realizzazione da parte di Edison Next di un impianto di produzione di idrogeno verde tramite elettrolisi di capacità pari a 1 MW, alimentato da energia rinnovabile. L’idrogeno sarà utilizzato in particolar modo per alimentare il forno nel quale verrà immessa una miscelazione con il gas naturale fino a una percentuale di circa il 50%.

Il progetto prevede di affiancare all’impianto fotovoltaico già esistente installato sul tetto dello stabilimento, che ha una potenza pari a circa 2 MW, un ulteriore impianto fotovoltaico di circa 1,2 MW. Inoltre, l’elettrolizzatore utilizzerà l’acqua piovana recuperata dalle vasche di raccolta.

L’investimento da parte di Iris Ceramica Group per la realizzazione della nuova fabbrica ad idrogeno per la produzione di grandi lastre è pari a 50 milioni di euro.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Pichetto firma il decreto Energy release, prezzi calmierati per imprese energivore “green”
23 Luglio 2024 Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato oggi il decreto Energy Release. Il provvedimento va a supportare...