Shell investe nel produttore tedesco di batterie Kraftblock

Share

Kraftblock, produttore tedesco di sistemi sostenibili di accumulo di energia ad alta temperatura, ha raccolto un totale di 20 milioni di euro in un round di finanziamento di serie B.

Shell Ventures, il gruppo di venture capital della multinazionale dell’energia Shell, ha guidato il round, a cui si sono uniti Finindus, una società di venture capital belga finanziata dal produttore internazionale di acciaio ArcelorMittal e dalla Regione Fiamminga; Moore Strategic Ventures degli Stati Uniti; A&G Energy Transition Tech Fund, il ramo di venture capital dell’Energy Transition Tech Fund di Kraftblock, una divisione di Shell. A&G Energy Transition Tech Fund, il ramo di venture capital di A&G, una delle maggiori banche private indipendenti spagnole; TechEnergy Ventures, il fondo del Gruppo Techint focalizzato sulle tecnologie di transizione energetica globale; e Future Industry Ventures, un fondo europeo creato da Redstone e SBI Holdings.

Con la sua tecnologia di stoccaggio termico sostenibile e brevettata, Kraftblock consente di utilizzare il calore di scarto o l’energia rinnovabile per sostituire i combustibili fossili con un calore fino a oltre 1.300°C (2.500°F). Recentemente, Kraftblock ha annunciato un progetto con PepsiCo ed Eneco per costruire il più grande stoccaggio commerciale ad alta temperatura del mondo in un impianto alimentare.

L’investimento sarà utilizzato per espandere ulteriormente le attrezzature e aumentare la capacità produttiva, ha spiegato Susanne König, CFO e co-fondatrice di Kraftblock.

Con l’arrivo dei nuovi partner, Kraftblock, già attiva in Europa, aumenterà la propria visibilità a livello mondiale. Oltre all’espansione in Europa e all’ingresso in settori ad alta intensità energetica come l’acciaio, il vetro e la ceramica in Europa e nell’Asia orientale, i partner creeranno nuove opportunità nel mercato statunitense e daranno accesso a settori come quello minerario ed energetico in America Latina.

Shell Ventures ha anche recentemente investito in Verdagy, un’azienda statunitense che sviluppa un tipo di tecnologia di elettrolisi scalabile per applicazioni industriali.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Italia Solare nomina 27 referenti regionali a supporto dell’individuazione delle aree idonee
18 Luglio 2024 Italia Solare ha nominato 27 referenti regionali, presenti su 18 Regioni, per supportare i territori in particolare nell'individuazione delle aree ido...