Germania e Austria colpite da diversi incendi di batterie solari a settembre

Share

A settembre sono stati segnalati numerosi incendi di batterie collegate a impianti fotovoltaici residenziali in Germania e in Austria. pv magazine è venuta a conoscenza di cinque incidenti di questo tipo avvenuti nella seconda metà del mese, tre dei quali in Germania e due in Austria.

L’incidente più recente è avvenuto il 29 settembre a Kleinkahl, in Germania. Secondo il rapporto dei vigili del fuoco, una casa unifamiliare ha subito un forte fumo a causa di un malfunzionamento tecnico che ha fatto esplodere l’unità di accumulo di energia di un impianto fotovoltaico. Secondo il rapporto dell’incidente, è stata colpita la stanza che ospitava l’unità di accumulo.

I vigili del fuoco hanno inizialmente spento l’incendio, raffreddando al contempo la batteria in un contenitore per evitare che si riaccendesse. Sono stati utilizzati ventilatori ad alte prestazioni per eliminare i fumi tossici dell’incendio dalla casa. Sebbene nessuno sia rimasto ferito, l’abitazione è attualmente inabitabile a causa degli estesi danni causati dal fumo e dalla fuliggine.

Le immagini dei vigili del fuoco suggeriscono che la batteria potrebbe essere un prodotto del produttore sudcoreano LG. Si tratterebbe di un incendio simile a quello avvenuto a Kochel am See, in Germania, il 19 settembre.

“Nel seminterrato, nel locale tecnico è stata scoperta una batteria pesantemente fumante, presumibilmente proveniente da un impianto fotovoltaico”, ha dichiarato il dipartimento di Kochel. “La batteria è stata scollegata e trasportata all’esterno”.

È stata quindi immersa in acqua in un contenitore d’acciaio all’aperto e raffreddata. I residenti non erano in casa al momento dell’incidente. Anche in questo caso, nessuna persona è rimasta ferita.

Un terzo incidente si è verificato il 26 settembre a Ehrenfriedersdorf, in Germania. I vigili del fuoco hanno prestato assistenza medica a due persone e di conseguenza è stato necessario chiudere un’autostrada nelle vicinanze. Non sono stati forniti dettagli sull’origine dell’unità di stoccaggio.

Nello stesso periodo, anche l’Austria è stata colpita da una serie di incendi legati all’energia solare. Un incidente si è verificato il 24 settembre in un insediamento di orti ad Altach, in Austria. Quando i vigili del fuoco sono arrivati, hanno trovato un rifugio e un edificio annesso completamente avvolti dalle fiamme, insieme a un veicolo di trasporto agricolo all’interno del rifugio.

I vigili del fuoco hanno rapidamente spento l’incendio, senza riportare feriti. La causa dell’incendio è stata determinata da un accumulatore fotovoltaico difettoso sul retro della roulotte.

Lo stesso giorno, i vigili del fuoco di Feldkirchen in Carinzia, Austria, sono intervenuti per un incendio in una cantina. Il modello di accumulatore coinvolto in questo incidente non è chiaro dalle immagini scattate dai servizi di emergenza. Secondo un rapporto dei media locali, i residenti dell’abitazione sono stati svegliati da un forte botto poco prima di mezzanotte e la cantina della casa ha preso fuoco.

Il rapporto suggerisce che l’incendio potrebbe essere stato causato da un cortocircuito in un impianto fotovoltaico che ha incendiato le batterie. Un residente è stato portato alla clinica di Klagenfurt per inalazione di fumo.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.