I magazzini europei stoccheranno 65 GW di moduli in eccesso entro la fine del 2023

Share

La società di ricerche di mercato EUPD Research, con sede in Germania, prevede che alla fine del 2023 nei magazzini dell’UE saranno presenti circa 65 GW di pannelli solari invenduti. L’azienda ha fornito le proprie stime a pv magazine nel tentativo di quantificare le previsioni sulle scorte di moduli solari nell’UE, oggetto di un acceso dibattito.

Gli autori del rapporto, Markus Hoehner, CEO di EUPD, e Ali Arfa, senior data manager di EUPD, hanno dichiarato che l’UE ha installato circa 40 GW di nuovi impianti fotovoltaici nel 2022 e la Cina ha importato 87 GW di moduli solari. Secondo il rapporto, la capacità fotovoltaica di nuova installazione dell’UE raggiungerà i 60 GW entro la fine dell’anno, mentre le importazioni di pannelli cinesi saliranno a 100 GW.

Ciò significa che l’inventario di moduli solari dell’UE per il 2022 era di 47,2 GW e quello per il 2022 di 40 GW, secondo Hoehner e Arfa.

“Anche considerando la stima di 100 GW di esportazioni cinesi verso l’UE-27 entro la fine del 2023 e ipotizzando che il 25% dell’inventario in eccesso (87,2 GW) sarà il normale flusso di magazzino (circa 22 GW), abbiamo a che fare con circa 65 GW di inventario in eccesso di moduli fotovoltaici per il 2023”, hanno affermato.

Questi commenti fanno seguito alle dichiarazioni della società di consulenza norvegese Rystad Energy, secondo la quale alla fine di agosto 2023 vi erano 80 GW di moduli fotovoltaici stoccati nei magazzini dell’UE, il doppio dei 40 GW stimati per la fine di settembre 2023.

Karl-Heinz Remmers, esperto solare di alto profilo e fondatore di pv magazine , è intervenuto nella discussione e ha smentito la cifra di 80 GW. Ha affermato che all’epoca c’era un “normale inventario” di circa 8 GW di moduli in eccesso nei magazzini e che l’UE aveva installato 46 GW di energia solare alla fine del 2022.

Gli autori dell’EUPD hanno affermato che c’è stato un “errore di calcolo” nell’affermazione di Remmers di 46 GW di fotovoltaico installato e che secondo la loro analisi la cifra era di 40 GW.

Remmers ha inoltre basato la sua affermazione di una stima di 78 GW di fotovoltaico cinese esportato nell’UE entro agosto sui dati forniti dal think tank londinese Ember. “Queste cifre avrebbero dovuto essere trattate con “cautela”, hanno dichiarato Hoehner e Arfa. Secondo i loro calcoli, basati su “diversi dati, tra cui il peso delle esportazioni di moduli”, la Cina ha esportato circa 66 GW di pannelli solari nell’UE alla fine di agosto. Questo “ovviamente riduce la preoccupazione per un eccesso di offerta”, hanno affermato.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Pichetto firma il decreto Energy release, prezzi calmierati per imprese energivore “green”
23 Luglio 2024 Il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato oggi il decreto Energy Release. Il provvedimento va a supportare...