OK dalla Sovrintendenza, pannelli fotovoltaici rossi sul Teatro Alighieri di Ravenna

Share

Grazie ai finanziamenti del PNRR e alla Fondazione Ravenna Manifestazioni, il Comune di Ravenna ha portato a termine di recente un progetto di efficientamento energetico che riguarda il suo Teatro Alighieri. Sul tetto sono stati installati 156 pannelli di colore rosso con potenza nominale di 320 w.

Il colore è stato scelto in accordo con la Sovrintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini, per consentire la sua integrazione con i coppi storici di copertura del teatro.

“L’installazione dei pannelli fotovoltaici è stata realizzata sulla falda sud con struttura portante di alluminio posta in aderenza al tetto, senza interferire con i coppi, per una superficie complessiva di circa 300 metri quadri, che consente di non vedere i pannelli dalla strada”, ha spiegato il Comune di Ravenna.

Le stringhe dei pannelli fotovoltaici sono collegate a due inverter trifase con potenza di 10 kw e a due inverter ibridi per la ricarica in corrente continua di due pacchi batterie da 29 kwh, per complessivi 58 kwh.

“Il Teatro Alighieri da oggi diventa il primo Teatro di Tradizione alimentato dal sole per il 25% del suo consumo energetico grazie al fotovoltaico sul tetto”, ha dichiarato Antonio De Rosa, sovrintendente della Fondazione Ravenna Manifestazioni.

“L’Alighieri è uno dei più importanti teatri storici di tradizione italiani, ma ciò non significa che non debba continuare a rinnovarsi, sia per offrire agli spettatori una sempre migliore fruizione, sia per rispondere a un’esigenza, quella della sostenibilità ambientale, che ormai deve necessariamente caratterizzare qualsiasi tipo di attività. Questo intervento costituisce uno straordinario esempio, a livello nazionale, di come si possano inserire in contesti storico-architettonici di grande pregio interventi moderni come l’installazione di pannelli fotovoltaici. Ciò è stato reso possibile dallo straordinario lavoro fatto dalla Soprintendenza, dalla Fondazione Ravenna Manifestazione e dai progettisti, che è riuscito a contemperare funzionalità, strategicità e un ottimo inserimento architettonico e paesaggistico e quindi crediamo sia un esempio che possa fare scuola in tutta Italia”, ha dichiarato Michele de Pascale, sindaco di Ravenna.

Federica Gonzato, dirigente della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini ha spiegato che è stata autorizzata l’installazione dei pannelli, tenendo conto del minimo impatto visivo sulla falda di copertura interessata dall’inserimento del fotovoltaico, di fatto non percepibile dai punti di visibilità di frequente ed abituale percorrenza urbana.

“Il caso del Teatro Alighieri di Ravenna conferma la possibilità di conciliare esigenze di tutela e possibilità di realizzare opere, pensate con un’attenta progettazione. Sul tema c’è un interesse molto forte e quindi un impulso a trovare soluzioni idonee anche da parte della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio del Ministero della Cultura”, ha affermato Federica Gonzato.

 

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.