Gestore di fondi e società di gestione internazionale svilupperanno 800 MW di batterie in Puglia

Share

Nuveen Infrastructure ed Exus hanno deciso di sviluppare congiuntamente circa 800 MW di progetti di accumulo di energia in Puglia, con ciascuna società che svilupperà un portafoglio di circa 400 MW di progetti.

“Si tratta di quattro progetti per Nuveen Infrastructure ed Exus, ciascuno con una capacità totale di circa 100 MW”, hanno detto le due società.

L’inizio della costruzione dei primi progetti del portafoglio è previsto per il quarto trimestre del 2026.

“Le batterie sono destinate a svolgere un ruolo estremamente importante nel sostenere i generatori di energia pulita consolidati, grazie alla sua capacità di gestire i problemi di intermittenza e le relative fluttuazioni dei prezzi”, ha commentato Francesco Cacciabue, Global Head of Clean Energy Investments di Nuveen Infrastructure.

Nuveen Infrastructure, ex Glennmont Partners, è un gestore di fondi. Exus è una società indipendente di gestione e sviluppo di asset di energia rinnovabile.

Il promotore di tutti i progetti sarà uno sviluppatore italiano specializzato in sistemi di accumulo a batteria non meglio definito.

“Questo accordo segna il nostro primo passo verso l’espansione della nostra presenza nel mercato italiano, segnalando la nostra intenzione di stabilire una solida piattaforma di sviluppo in Italia”, ha detto Alfonso Cebrián, Head of International Business Development di Exus.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

FER X transitorio, per ARERA è “necessario ridurre i contingenti”
25 Luglio 2024 L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha inviato al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) il parere sull...