Biscottificio amplia il suo impianto fotovoltaico e autoproduce il 60% del suo fabbisogno energetico

Share

Il Biscottificio Forti, storico biscottificio della tradizione dolciaria siciliana, ha deciso di ampliare il suo impianto fotovoltaico da 30 kW a 61,2 kW e di incrementare il sistema di accumulo da 72 kWh a 106 kWh. pv magazine Italia ha intervistato Maria Laura Spagnolo, Presidente e Co-CEO di Lemon Sistemi, azienda che ha realizzato sia l’impianto originale che l’ampliamento, i cui lavori inizieranno nel mese di maggio completandosi in circa 2 settimane.

“Il Biscottificio Forti è una storica realtà siciliana, che già nel 2020 era stata tra le aziende pioniere nell’istallazione di sistemi di accumulo associati ad impianti fotovoltaici commerciali. Questo ulteriore ampliamento, avvenuto dopo poco più di 3 anni, contribuirà a garantire il fabbisogno energetico necessario per le diverse attività dell’azienda. Essere stati scelti ancora una volta come loro partner avvalora l’efficacia delle nostre soluzioni, che sono risultate energeticamente soddisfacenti e hanno rappresentato per il cliente un investimento economicamente redditizio”, così ha esordito nell’intervista la CEO di Lemon Sistemi.

pv magazine Italia: Come è avvenuta la scelta del primo impianto?
Abbiamo conosciuto il signor Paolo Forti nel 2019 grazie alla nostra presenza anche nei paesi delle Madonie, entroterra siciliano tra Palermo e Messina. Abbiamo dapprima realizzato l’impianto presso la sua abitazione. Verificata la nostra professionalità, il signor Forti ci ha chiesto un preventivo per realizzare l’impianto sul suo biscottificio, avendoci presentato un consumo annuale di oltre 120.000 kWh e avendo intenzione di partecipare ad una misura di incentivazione per l’autoconsumo energetico messa a disposizione dalla Regione Sicilia.

Quali sono le potenze in campo?
Abbiamo proposto un sistema composto da 30 kWp di potenza fotovoltaica e 72 kWh di capacità di accumulo. Durante l’installazione abbiamo predisposto la struttura di sostegno sul tetto per l’ampliamento, anticipando l’esigenza che da li a poco è effettivamente sorta. A valle dei buoni risultati ottenuti in termini di risparmio e della crescita del biscottificio, il signor Paolo Forti ci ha ricontattato per ampliare l’impianto, sia in termini di potenza installata che di capacità. L’impianto potenziato è passato da 30 Kw a 61,2 kw mentre il sistema di accumulo da 72Kwh a 106Kwh.

Che prodotti sono stati scelti?
La prima parte di impianto è stata realizzata con moduli fotovoltaici MAXEON ad alta efficienza (22%), struttura di sostegno di acciaio inox e inverter Zucchetti con batterie abbinate WECO. Si tratta di un impianto da 30 kWp di potenza installata e 72 kWp di batterie di accumulo per impianto fotovoltaico.

E per l’ampliamento?
L’ampliamento è stato previsto con lo stesso modulo MAXEON ad alta efficienza per ulteriori 32 kWp e medesima soluzione con inverter Zucchetti e batterie WECO, fino a raggiungere la capacità totale di quasi 107 kWh. L’impianto è stato realizzato sulle falde di copertura del fabbricato che ospita la produzione. Sarà coperta interamente la falda SUD, che ospita la prima parte di impianto, e una ulteriore porzione di impianto sarà collocata sulle falde est/ovest.

Quali sono gli obiettivi dell’impianto?
L’impianto nella sua totalità permetterà all’azienda di risparmiare non meno di 90.000 kWh all’anno, che non saranno più prelevate dalla rete elettrica, anche grazie alla presenza dell’accumulo fotovoltaico che permette all’azienda di conservare la sovrapproduzione giornaliera e utilizzarla nei momenti in cui non vi è produzione solare.

Quale quota di fabbisogno energetico soddisfa, prima e dopo l’ampliamento?
Prima della realizzazione dell’impianto fotovoltaico, il fabbisogno energetico dell’azienda era di circa 120.000 kWh per anno. Dopo la prima tranche di impianto, l’azienda ha ridotto i prelievi da rete per circa il 35%. Avendo accresciuto i suoi volumi e quindi il prelievo negli anni successivi al 2020 ed avendo appurato l’effettivo risparmio, l’azienda ha deciso di ampliare l’impianto per arrivare ad un risparmio di almeno il 60% dei consumi elettrici. Tale scelta permetterà di evitare emissioni di carbonio per 27,8 tonnellate di CO2.

 

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...