L’angolo dell’idrogeno: La Cina potrebbe raggiungere gli obiettivi per idrogeno verde al 2025 con un anno di anticipo

Share

Rystad Energy ha detto che la capacità di elettrolizzazione di idrogeno della Cina potrebbe raggiungere i 2,5 GW entro la fine di dicembre, raggiungendo l’obiettivo di produzione di idrogeno verde al 2025 con un anno di anticipo. “Questa capacità dovrebbe produrre 220.000 tonnellate all’anno (tpa) di idrogeno verde, 6 chilotoni all’anno (ktpa) in più rispetto al resto del mondo messo insieme”, ha dichiarato la società di ricerca energetica norvegese. La Cina ha dichiarato di voler raggiungere un obiettivo di produzione di idrogeno verde di 200.000 tpa entro la fine del 2025 nell’ambito del suo piano nazionale, pubblicato nel 2022.

La Clean Hydrogen Partnership dell’Unione Europea ha firmato un accordo di cooperazione con la New Energy and Industrial Technology Development Organization (NEDO) del Giappone. “L’accordo firmato rafforzerà le conoscenze e le capacità dei settori scientifici e industriali lungo la catena del valore e metterà i nostri centri di ricerca e le nostre industrie su una corsia preferenziale”, ha dichiarato il direttore esecutivo della Clean Hydrogen Partnership Valerie Bouillon Delporte. Le aree di collaborazione includono lo scambio di dati e conoscenze, incontri periodici su aree di interesse reciproco come l’elettrolisi e la standardizzazione.

Glocal Green e Norwegian Hydrogen hanno dichiarato di aver firmato un accordo di cooperazione per lo sviluppo della produzione di idrogeno in connessione con l’impianto di bio-metanolo progettato da Glocal Green a Gudbrandsdalen, in Norvegia. Il bio-metanolo sarà prodotto da materiali biologici residui e sottoprodotti provenienti dalla silvicoltura, dall’agricoltura e dal settore marino. “Aggiungendo l’idrogeno nel processo di produzione, tutto il carbonio verde viene utilizzato, con il risultato di raddoppiare volumetricamente la produzione di metanolo”, ha dichiarato Norwegian Hydrogen, aggiungendo che una società di proprietà congiunta si occuperà della produzione di idrogeno. “L’obiettivo è una produzione annuale di 150.000 tonnellate di bio-metanolo, che comporterà anche la produzione locale di 15.000 tonnellate di idrogeno verde dall’elettrolisi”, hanno dichiarato le società.

L’Oxford Institute for Energy Studies ha dichiarato che è altamente improbabile che l’Unione Europea e il Regno Unito raggiungano i loro obiettivi di idrogeno per il 2030. Ha dichiarato che sono stati compiuti progressi significativi nel completamento del quadro normativo sul mercato dell’idrogeno a basse emissioni di carbonio nell’Unione Europea e nel Regno Unito nel 2023.

Eletrobras e Prumo Logística, la holding che sviluppa il porto brasiliano di Açu, hanno concordato di valutare la produzione di idrogeno rinnovabile e dei suoi derivati. “L’accordo valuterà la fattibilità tecnica, ambientale ed economico-finanziaria della creazione dell’impianto e, inoltre, l’utilizzo delle risorse per la ricerca e lo sviluppo”, ha dichiarato Eletrobras.

Petrobras e Sinosure, un’agenzia cinese di credito all’esportazione, hanno concordato di valutare le opportunità di investimento e cooperazione in iniziative di finanza verde e a basse emissioni di carbonio. L’obiettivo è quello di facilitare gli scambi commerciali e finanziari con le imprese cinesi, ha dichiarato la società brasiliana.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...