A Tor Bella Monaca nascerà una grande comunità energetica

Share

“A Tor Bella Monaca nascerà la più grande comunità energetica d’Italia, un progetto ambizioso e importantissimo per Roma, frutto di un grande lavoro di squadra tra il Municipio Roma 6 Le Torri, Roma Capitale e il suo Ufficio Clima, l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e la società Engie”, ha dichiarato Massimiliano Baldini, Direzione Coordinamento Tecnico Operativo di Risorse per Roma, società in house, partecipata interamente da Roma Capitale, nata nel 1995 per gestire le attività di alienazione del patrimonio immobiliare capitolino.

Per supportare il progetto  verrà realizzato il Parco solare Le Torri che avrà una portata di 554 kW. Baldini ha spiegato che verrà installato un impianto fotovoltaico sul tetto dell’immobile sede di tutti gli uffici del Municipio Roma VI delle Torri e sulla copertura di edifici scolastici grazie ad un piano di investimenti pari a 1,5 milioni di euro.

“Sui tre plessi della scuola “Melissa Bassi” in via dell’Archeologia a Tor Bella Monaca saranno installati pannelli solari che consentiranno la produzione di energia da fonti rinnovabili. L’intervento prevede anche l’installazione di un impianto fotovoltaico che sfrutterà l’ampia disponibilità di coperture piane, insieme a un sistema di monitoraggio che permetterà di controllare il suo stato di efficienza, i consumi, l’energia prodotta, il carico e tutte le informazioni necessarie a rendere l’impianto efficiente e vantaggioso dal punto di vista economico”, si legge in una nota diffusa dal Comune di Roma.

“Tutto questo produrrà un risparmio di energia elettrica autoprodotta dal fotovoltaico del 95,5%. Un intervento davvero rivoluzionario e un riscatto importante per questo quadrante della città sul quale stiamo investendo molto come in altre periferie romane grazie alla grande occasione del PNRR. Un bellissimo modello di collaborazione pubblico-privato e, al tempo stesso,  un inedito decentramento amministrativo, perché è il primo caso assoluto in cui la procedura di gara viene gestita da un Municipio”, ha pubblicamente dichiarato Massimiliano Baldini.

Il Sindaco di Roma Roberto Gualtieri ha dichiarato che l’obiettivo è realizzare almeno una comunità energetica per ogni municipio. Ed è significativo che questo esperimento innovativo parta proprio dal VI Municipio, dove gli indicatori sociali sono più difficili. “Partiamo dalle periferie con questo progetto perfettamente in linea con la nostra visione di una transizione ecologica che migliora la vita dei cittadini e che contribuisce a ridurre le disuguaglianze per una nuova idea di città che vogliamo realizzare, più sostenibile, inclusiva, solidale, vicina alle persone”.

 

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.