Synhelion inizia a costruire una torre solare per la produzione di cemento

Share

La svizzera Synhelion e il fornitore messicano di materiali da costruzione Cemex hanno iniziato la costruzione di una torre solare ad alta concentrazione progettata per produrre combustibili sintetici per un impianto di produzione di cemento vicino a Madrid, in Spagna.

“Si tratta di un traguardo entusiasmante per tutte le parti coinvolte, raggiunto grazie all’eccellente collaborazione tra i team di Cemex e Synhelion”, ha dichiarato il CEO di Synhelion, Gianluca Ambrosetti.

Ambrosetti ha dichiarato che l’impianto fornirà calore sufficiente per produrre clinker senza utilizzare combustibili fossili.

“Il clinker viene prodotto in un forno rotante a temperature prossime ai 1.500 C. Per riscaldare il forno si utilizzano tipicamente combustibili fossili, responsabili di circa il 40% delle emissioni dirette di CO2”, sostiene l’azienda. “Inoltre, la tecnologia crea le condizioni per separare, e quindi catturare, la CO2 rimanente dalla calcinazione in forma concentrata senza ulteriori sforzi”.

La tecnologia a torre solare di Synhelion cattura l’energia da un campo di specchi solari, concentrandola su un ricevitore in cima alla torre per convertire la radiazione solare in calore di processo ad alta temperatura. Questo calore viene poi indirizzato a un reattore chimico termico che genera syngas, una miscela di monossido di carbonio (CO) e idrogeno (H2).

Il syngas viene trattato attraverso la tecnologia standard gas-to-liquids per creare carburanti come jet fuel, benzina o diesel. Il calore in eccesso viene immagazzinato in un’unità di stoccaggio dell’energia termica (TES) per un funzionamento continuo 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Synhelion e Cemex hanno introdotto la prima produzione di clinker solare in un processo pilota su piccola scala all’inizio del 2022.

“Dall’installazione pilota, prevediamo di completare il nostro primo impianto industriale su piccola scala a Móstoles entro il 2026”, ha dichiarato un portavoce dell’azienda a pv magazine. “Prevediamo inoltre di completare il nostro primo impianto industriale su larga scala, con una capacità di 150 MWth, entro la fine del decennio”.

Synhelion e Cemex hanno ottenuto un finanziamento di 3,2 milioni di dollari dal Dipartimento dell’Energia degli Stati Uniti per studiare le condizioni necessarie a massimizzare il trasferimento di calore alla miscela di cemento grezzo. I Laboratori Nazionali Sandia hanno aiutato l’azienda svizzera a sviluppare il concetto.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...