C3S: 2023 l’anno più caldo mai registrato

Share

Novembre 2023 è stato il novembre più caldo mai registrato a livello globale: la temperatura media dell’aria superficiale è stata di 14,22°C, 0,85°C al di sopra della media di novembre 1991-2020 e 0,32°C al di sopra della temperatura del precedente novembre più caldo, quello del 2020. Lo dice Copernicus Climate Change Service (C3S).

“L’anomalia della temperatura globale per il novembre 2023 è stata pari a quella dell’ottobre 2023 e inferiore solo all’anomalia del settembre 2023, pari a 0,93°C. Il novembre 2023 è stato più caldo di circa 1,75°C rispetto alla stima della media del novembre 1850-1900, il periodo di riferimento preindustriale”, ha scritto C3S.

Per l’anno solare in corso, da gennaio a novembre, la temperatura media globale del 2023 è la più alta mai registrata, 1,46°C al di sopra della media preindustriale del 1850-1900 e 0,13°C in più rispetto alla media degli undici mesi del 2016, attualmente l’anno solare più caldo mai registrato. L’evento El Niño è continuato nel Pacifico equatoriale, con anomalie che rimangono inferiori a quelle raggiunte in questo periodo dell’anno nell’evento del 2015.

“Il 2023 ha registrato sei mesi e due stagioni da record. Le straordinarie temperature globali di novembre, compresi due giorni più caldi di 2ºC rispetto al periodo preindustriale, fanno sì che il 2023 sia l’anno più caldo della storia registrata”, ha commentato Samantha Burgess, vicedirettrice del C3S.

Tutti i risultati riportati si basano su analisi generate al computer e sul set di dati della ri-analisi ERA5, utilizzando miliardi di misurazioni provenienti da satelliti, navi, aerei e stazioni meteorologiche di tutto il mondo.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.