GreenGo riceve autorizzazione per agrivoltaico avanzato nel catanese, “primo in Sicilia”

Share

GreenGo ha ottenuto l’Autorizzazione Unica per la realizzazione dell’impianto Agrivoltaico avanzato Soparita nel comune di Vizzini (Catania), dichiarando che il progetto da 8,5 MW ha ricevuto la prima Autorizzazione Unica per un impianto agrivoltaico avanzato in Sicilia conforme alle Linee guida del decreto approvato dal MASE il mese scorso.

Il 22 dicembre il ministro dell’Ambiente e della Sicurezza energetica, Gilberto Pichetto, ha firmato e trasmesso alla Corte dei Conti il decreto che sostiene la diffusione degli impianti agrivoltaici avanzati. Il MASE ha stabilito di destinare un contingente di 300 MW al solo comparto agricolo per impianti di potenza fino a 1 MW, con accesso tramite registri.

Un secondo contingente di 740 MW è invece dedicato sia al comparto agricolo che alle associazioni temporanee di imprese, che includano almeno un soggetto del comparto agricolo, con accesso tramite la partecipazione a procedure competitive per impianti di qualsiasi potenza.

Il progetto è il primo impianto interamente sviluppato e gestito dall’azienda bolognese come IPP Independent Power Producer. Secondo GreenGo si tratta di uno dei primi casi applicativi in italia dell’agrivoltaico avanzato.

“Verranno rispettate sia le norme UNI di luglio 2023 sia le prassi UNI UNI/PdR 148 dello scorso ottobre, ma sopratutto le linee Guida del MASE del luglio 2022”, ha detto la società a pv magazine Italia.

GreenGo, che è operativa in 9 regioni italiane, punta su sistemi di tracking ad altezza da terra superiori di due metri.

“La costruzione dell’impianto partirà subito a valle del bando del PNRR e terminerà entro febbraio 2025”, ha aggiunto la società fondata nel 2018.

GreenGo ha 250 MW di progetti autorizzati, includendo oltre ai titoli rilasciati anche i procedimenti autorizzativi conclusi positivamente in Conferenza dei Servizi: 8 impianti fotovoltaici e un impianto di BESS Storage stand alone. Si aggiungono poi altri 156 MW solari che hanno già ottenuto la VIA positiva che raggiungeranno nel primo semestre del 2024 lo status di Ready to Build (RTB).

GreenGo collabora con il fondo Eiffel Essentiel dal 2022, inizialmente con una capitalizzazione di 7 milioni di euro, a cui ha fatto seguito un equity bridge da 15 milioni nel 2023.

Sempre a dicembre, sempre a Vizzini, la danese European Energy ha siglato con RINA, multinazionale di ispezione, certificazione e consulenza ingegneristica, un accordo per realizzare un impianto agrivoltaico con tracker da 250 MW su 400 ettari.

 

 

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.