Impianto offshore francese nel Mediterraneo ottiene finanziamento pubblico da 6 mln

Share

SolarinBlue, che sviluppa impianti solari fotovoltaici offshore in condizioni difficili (onde di oltre 10 metri, venti di 200 km/h), ha ottenuto un finanziamento di 6 milioni di euro per il suo impianto fotovoltaico offshore da 1 MWp nell’ambito del programma France 2030.

Il progetto dimostrativo pre-commerciale Méga Sète da 1 MWp sarà installato al largo di Sète, a 2 chilometri dalla costa mediterranea, sul sito di un’ex stazione di scarico petrolifero offshore. Il parco solare galleggiante dovrebbe generare più di 1.300 MWh. L’elettricità sarà trasportata da un cavo sottomarino per alimentare le infrastrutture del porto di Sète-Frontignan nell’ambito della sua strategia di decarbonizzazione.

Sostenuto da un consorzio che comprende SolarinBlue, la società di ingegneria Technip Energies e le università di Montpellier e Sorbonne-Osservatorio oceanologico di Banyuls-Sur-Mer, Méga Sète dovrebbe entrare in funzione nel 2025 per sostituire il primo dimostratore Sun’Sète, inaugurato nel 2023 con una capacità di 300 kWp. Ogni modulo galleggiante, appositamente progettato per resistere alle alte mareggiate, è lungo e largo 12 metri e può ospitare 20 pannelli fotovoltaici, per una capacità combinata di 10 kWp, installati a un’altezza di 3,5 metri in modo da non essere a contatto con l’acqua del mare.

“Méga Sète sarà certificata per onde di oltre 10 metri: la nostra tecnologia è pronta per essere utilizzata nei porti, nei territori insulari e integrata nei parchi eolici offshore”, ha dichiarato Aurélien Croq, amministratore delegato di SolarinBlue.

L’azienda punta a utilizzare la sua tecnologia per stabilire sinergie con i parchi eolici offshore, fissi o galleggianti, per condividere la stessa connessione e ridurre gli investimenti, con l’obiettivo di lanciare i primi progetti europei da 1 GW entro il 2030.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

FER X transitorio, per ARERA è “necessario ridurre i contingenti”
25 Luglio 2024 L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha inviato al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) il parere sull...