WoodMac prevede l’installazione di 3,8 TW di fotovoltaico entro il 2033

Share

Secondo le ultime previsioni di Wood Mackenzie, società di ricerca e consulenza, tra il 2024 e il 2033 saranno installati in tutto il mondo 3,8 TW (AC) di fotovoltaico.

Gli analisti prevedono che le nuove installazioni di eolico e solare ammonteranno a 5,4 TW, portando il totale globale delle due tecnologie a 8 TW entro il 2033. Anche la capacità di stoccaggio dell’energia, esclusa l’energia idroelettrica di pompaggio, dovrebbe crescere di oltre il 600% nello stesso periodo, con l’entrata in funzione di quasi 1 TW di nuova capacità.

Luke Lewandowski, vicepresidente della ricerca globale sulle energie rinnovabili di Wood Mackenzie, ha sottolineato che questa crescita è prevista nonostante l’inflazione, le limitazioni della rete e i problemi di autorizzazione.

“La domanda globale di energie rinnovabili ha raggiunto livelli senza precedenti, guidata dagli obiettivi politici dei Paesi, dall’innovazione tecnologica e dalle preoccupazioni per la sicurezza energetica”, ha spiegato. “L’accumulo di energia avrà l’impronta geografica più equilibrata in tutte le prospettive, in parte per il suo ruolo importante nel contribuire a rendere disponibile l’energia rinnovabile”.

Se le previsioni di Wood Mackenzie sono accurate, la capacità solare installata a livello globale sarà quasi quadruplicata tra il 2024 e il 2033. La crescita sarà guidata dalla Cina, che dovrebbe rappresentare il 50% della nuova capacità.

Juan Monge, analista senior per il fotovoltaico distribuito di Wood Mackenzie, afferma che i prezzi ultra-bassi dei moduli hanno intensificato il ritmo di diffusione del solare in Europa e in Cina lo scorso anno e continueranno a farlo nel breve termine.

“In definitiva, la massimizzazione della capacità solare fotovoltaica ed eolica nei prossimi 10 anni dipenderà da altri progressi tecnologici, dall’espansione dell’infrastruttura di rete all’incentivazione di soluzioni flessibili per l’elettrificazione dei trasporti e del riscaldamento”, ha aggiunto Monge.

Secondo Wood Mackenzie, l’aumento annuale della potenza solare installata continuerà fino al 2026, dopodiché si prevede un rallentamento di due anni a causa di una pausa programmata nell’attività di sviluppo, prima che il prossimo ciclo di acquisizioni pianificate spinga un ulteriore sviluppo. All’inizio di quest’anno, aveva previsto una crescita forte ma piatta della diffusione annuale del solare fino al 2032.

Secondo Wood Mackenzie, il mercato globale dell’accumulo di energia raggiungerà 159 GW/358 GWh entro la fine di quest’anno. La società prevede che alla fine del 2033 saranno stati aggiunti 926 GW/2.789 GWh, il 633% in più rispetto a oggi. La Cina dovrebbe rimanere il leader mondiale, con una crescita media della capacità di 42 GW/120 GWh all’anno nei prossimi 10 anni.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

Sardegna, la moratoria per eolico e fotovoltaico è legge
02 Luglio 2024 Il Consiglio regionale della Sardegna ha approvato stamattina il disegno di legge n. 15/A, ovvero il provvedimento che decreta per 18 mesi lo stop all...