Progetto eolico-solare offshore da 540 MW in Calabria in esercizio nel 2028

Share

SolarDuck, Green Arrow Capital e New Developments hanno deciso di collaborare allo sviluppo di un impianto fotovoltaico flottante da 120 MW (OFPV) integrato con 420 MW di eolico offshore galleggiante (FOW) a Corigliano, nel golfo di Taranto.

Il progetto prevede l’installazione della tecnologia della piattaforma sopraelevata di SolarDuck che, secondo la società, consente di installare i pannelli fotovoltaici in presenza di onde di altezze significative.

“La nostra collaborazione con New Developments e Green Arrow Capital può fungere da catalizzatore per l’OFPV in Italia”, ha detto Koen Burgers, CEO di SolarDuck.

Il progetto in provincia di Cosenza, attualmente in fase di autorizzazione, dovrebbe entrare in esercizio nel 2028. Il parco prevede 28 turbine eoliche galleggianti per una capacità eolica di 420 MW.

“L’Italia ha gettato attivamente le basi per le rinnovabili offshore con le misure annunciate per la semplificazione dei requisiti per i progetti eolici offshore, ma si prevedono presto ulteriori passi avanti. Nell’ambito del piano nazionale di ripresa e resilienza, sono stati presi impegni per semplificare ulteriormente le procedure di autorizzazione per gli impianti offshore rinnovabili. Si prevede che il decreto FER2 introdurrà presto meccanismi per promuovere progetti di energia rinnovabile, tra cui l’OFPV”, ha scritto SolarDuck.

Nel 2021, SolarDuck ha presentato il primo progetto dimostrativo della sua tecnologia a struttura galleggiante. Il sistema da 64 kW è stato installato in un sito inshore sul Waal (fiume Reno), il fiume più largo dei Paesi Bassi, vicino a IJzendoorn, un villaggio nella provincia di Gelderland.

Le sue strutture mantengono i pannelli solari a più di 3 metri dalla superficie dell’acqua. Il sistema è in grado di gestire le condizioni del mare costiero e i venti da uragano, ma è ottimizzato per i siti offshore negli estuari e nei porti naturali, oltre che per i siti vicini alla costa. Le piattaforme galleggianti di base sono strutture triangolari di 16 metri x 16 metri x 16 metri. Assomigliano alle piattaforme eoliche galleggianti offshore o alle piattaforme petrolifere galleggianti. Possono essere collegate in modo flessibile per formare grandi impianti.

I presenti contenuti sono tutelati da diritti d’autore e non possono essere riutilizzati. Se desideri collaborare con noi e riutilizzare alcuni dei nostri contenuti, contatta: editors@nullpv-magazine.com.

Popular content

FER X transitorio, per ARERA è “necessario ridurre i contingenti”
25 Luglio 2024 L'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha inviato al Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica (MASE) il parere sull...